giovedì 26 aprile 2012

Pensieri... sogni... progetti...

Finalmente è tornato un po' di sole e con il sole è tornata anche la voglia di sognare...
Mi sento sempre più a mio agio qui e la fantasia galoppa verso un futuro che, spero, sarà prossimo.
I lavori di ristrutturazione partiranno a tarda primavera e dovrebbero concludersi alla fine dell'estate-inizio autunno. A quel punto partirò sicuramente con l'organizzazione del Circolo Culturale.
Sarà un circolo privato dove si potrà venire a mangiare qualcosa ma anche a meditare, a leggere nel prato, ad ascoltare musica o anche soltanto a fare quattro chiacchiere in serenità.
Il posto si presta: è silenzioso, tranquillo e spazioso.

Come "prova generale" il 13 maggio faremo su questo prato un pic-nic. Non so quanti saremo (venti, forse trenta). Una mia cara amica, insegnante essena, ha appena terminato il suo nuovo corso e vorrebbe portare qui tutti i suoi allievi per fare un pranzo di commiato.
Ci sarà anche un insegnante di Yoga e faremo dei circoli di studio e di meditazione.
Sarà bellissimo, non vedo l'ora.
Speriamo solo che sia una bella giornata, senò bisognerà rimandare tutto a data da destinarsi (il che magari potrebbe anche voler dire MAI!!!).

Per quanto riguarda l'orto, nonostante non piova da un paio di giorni, è ancora tutto fermo.
Se il tempo tiene, questo fine settimana cominceremo a seminare qualcosa!!!

Grazie al Simposio ho imparato alcune semplici ricette fra cui questa che vorrei trasmettervi.
Ecco come fare un meraviglioso LATTE DI MANDORLE.

Prendete una tazza di mandorle (circa 100 gr.) e mettetele a mollo in tre tazze di acqua tiepida. Lasciate nell'acqua per 6-7 ore (o per una notte intera) e poi frullate mandorle e acqua per benino e a lungo.

Filtrate il tutto o con un colino a trama molto sottile o con una garza.
Strizzate per bene la pasta che avanzerà e.... ecco fatto il Latte di Mandorle.
Lo potrete bere o così o con l'aggiunta di un po' di zucchero.
La pasta che avanza potrete usarla nell'impasto di una torta oppure la potete mangiare così com'è con l'aggiunta di un po' di miele o marmellata!!!

Il latte è cremoso e molto sostanzioso, pieno di proteine e sali minerali...
Con 100 gr. di mandorle si ottiene circa mezzo litro di latte, che può sostituire meravigliosamente il latte vaccino.

E per la prima volta su questo blog... UN MIO VIDEO!!!
E' un esperimento. Se si vede bene, ne farò altri.
Fatemi sapere!!!

video

Un bacio a tutti
Francesca

8 commenti:

  1. WOW!!! Ma tu realizzi tutto quello che io mi limito a sognare!
    SEI UN MITO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Giannina... ho sognato per così tanti anni che adesso voglio concretizzare. E a dire il vero, se uno ci crede davvero, le cose avengono naturalmente!!!
      Un bacio

      Elimina
  2. wow! Praticare yoga in quel posto da sogno!!!!!
    E' che il 13 maggio c'è la Comunione di Matilde altrimenti....
    Tanti abbraccioni e tanti in bocca al lupo per questa avventura che procede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato...
      Sarebbe stato bello, vero?
      Un bacio
      Francesca

      Elimina
  3. peccato che non abitiamo vicine, altrimenti sarei venuta volentieri a trovarti e a partecipare alle tue bellissime iniziative!
    non ho mai provvato a fare il latte di mandorla...ci voglio provare! poiti dirò come ci è venuto. buona serata!

    RispondiElimina
  4. Bellissimi progetti, Francesca, non fermarti. Mi piacerebbe tanto poter partecipare e chissà che in futuro non possa farlo. Intanto mi segno la ricetta per il latte di mandorla che adoro.
    Un abbraccio primaverile.

    RispondiElimina
  5. Ciao Francesca quanta bella energia trasmetti!
    grazie per questo tuo post e soprattutto...per il latte di mandorle!!! Le adoro ...devo provare a farlo. Buona fortuna per i tuoi progetti, i tuoi sogni.
    A presto e buon 1° Maggio!

    RispondiElimina
  6. I progetti sono ottimi come il latte di mandorle. Un bacione.

    RispondiElimina

Sono consentiti commenti anonimi, ma presentarsi è una regola elementare di buona educazione.